MARIA
VALTORTA

Voglio che le anime possano bere alla Fonte vitale della mia parola

'A Colui che siede sul trono e all'Agnello
Lode, Onore, Gloria e Potenza,
nei secoli dei secoli'.

A A A

News


Pubblicato il 09/04/2019

Terzo giorno della Novena a Santa Bernadette Soubirous con riferimenti alle Opere di Maria Valtorta

   TERZO GIORNO

   UMILTA'

   'Dio solo sa quanto mi costa dovermi presentare davanti ai vescovi, ai preti, alla gente del mondo.'  (S. Bernadette S.)

   Bernadette è semplice e umile. Posta al centro dell’attenzione ecclesiale, è rimasta con gli occhi fissi sulla sua pochezza, senza mai perderla di vista. Neppure per un istante ha pensato si essere più di quello che era. Sì è considerata una scopa, che si pone dietro la porta dopo averla usata. Ha emesso l’ultimo respiro chiedendo alla Madre di Dio di pregare per lei, povera peccatrice. Non ha mai accettato di essere un personaggio. Non ha mai recitato la parte della veggente. Ha sempre voluto essere come tutte le altre.

   Preghiera:

   Oh! Santa Bernadette, che siete stata scelta dalla Madre di Dio per la semplicità del vostro   cuore che le era particolarmente caro, aiutaci a praticare sempre l'umiltà cristiana e l'amore. 

   Padre nostro, 7 Ave Maria, Gloria, Magnificat

 

   Dai Quaderni di Maria Valtorta, 26 dicembre 1943 

[...] Dice Gesù:
   «Ricordati che non sarai grande per le contemplazioni e le rivelazioni, ma per il tuo sacrificio. 
   
Le prime te le concede iddio non per tuo merito ma per sua infinita bontà. Il secondo è fiore del tuo spirito ed è quello che ha merito agli occhi miei. Aumentalo senza considerazioni umane sino al limite delle tue forze fisiche e spirituali. Più ti alzerai e più ti rapirò in alto.
   
E non temere. E non ti affliggere se l’interno traspare. Anche vedere un rapito in Dio è santificazione per i fratelli. Tu di tuo non mettervi nulla. Non inquinare mai questa polla di vita mistica con elementi umani. E lasciami fare anche in questo.
   Non ti dico di più. Bèati in mia Madre.»