MARIA
VALTORTA

Voglio che le anime possano bere alla Fonte vitale della mia parola

'A Colui che siede sul trono e all'Agnello
Lode, Onore, Gloria e Potenza,
nei secoli dei secoli'.

A A A

IL VANGELO DEL MESSALE DEL GIORNO CON PARALLELI ALL'OPERA DI MARIA VALTORTA.


Venerdì 21 febbraio 2020 - Tempo Ordinario VI - Anno A domenicale II feriale

San Pier Damiani Vescovo e dottore della Chiesa

La tua legge, Signore, è fonte di gioia.


Liturgia: Gc 2, 14-24. 26; Sal 111; Mc 8, 34-39.
Antifona d'IngressoSii per me difesa, o Dio,rocca e fortezza che mi salva,perché tu sei mio baluardo e mio rifugio;guidami per amore del tuo nome.
CollettaO Dio, che hai promesso di essere presente in coloro che ti amano e con cuore retto e sincero custodiscono la tua parola, rendici degni di diventare tua stabile dimora. Per il nostro Signore...
Prima Lettura Gc 2, 14-24. 26Dalla lettera di san Giacomo apostoloA che serve, fratelli miei, se uno dice di avere fede, ma non ha le opere? Quella fede può forse salvarlo? Se un fratello o una sorella sono senza vestiti e sprovvisti del cibo quotidiano e uno di voi dice loro: «Andatevene in pace, riscaldatevi e saziatevi», ma non date loro il necessario per il corpo, a che cosa serve? Così anche la fede: se non è seguita dalle opere, in se stessa è morta.Al contrario uno potrebbe dire: «Tu hai la fede e io ho le opere; mostrami ...



NEWS


Novena per impetrare Grazie da Maria Valtorta e avvicinare il riconoscimento della sua Santità: V° giorno

Maria Valtorta

 (Caserta, 14 marzo 1897 – Viareggio, 12 ottobre 1961)

  Cari amici e amiche nella comune fede per il Nostro Unico e Superno Signore Gesù Cristo, in occasione del prossimo anniversario della nascita di Maria Valtorta, la Penna fedele di Dio da cui gli scritti di questo sito web dedicato, ci è gradito condividere la Novena per la sua auspicata prossima canonizzazione e per impetrare le Grazie di cui abbiamo bisogno.
   Buona lettura e proseguimento in augurio di Bene e Pace che solo sono in Dio Uno e Trino.

   Dai 'Quaderni', 26 dicembre 1943

   Dice Gesù:

   «Ricordati che non sarai grande per le contemplazioni e le rivelazioni, ma per il tuo sacrificio. 
   
Le prime te le concede iddio non per tuo merito ma per sua infinita bontà. Il secondo è fiore del tuo spirito ed è quello che ha merito agli occhi miei. Aumentalo senza considerazioni umane sino al limite delle tue forze fisiche e spirituali. Più ti alzerai e più ti rapirò in alto.

...